Centro Missionario - Articoli sulle missioni
La buona afronovella
Cammini islamocristiani di liberazione


Un libro di scottante attualità sulla relazione interreligiosa. Dall’Africa una testimonianza di un mondo diverso e fraterno possibile.
Padre Filippo (Filo, per gli amici) condivide con noi il suo riconoscere gesti di fraternità interreligiosa in Ciad, paese a maggioranza islamica.  Testimonia, semplicemente, la possibile convivenza pacifica tra cristiani e musulmani.  Come scrive p. FiIo, vari gesti di solidarietà quotidiana tra cristiani e musulmani mostrano a tutti coloro che “ritengono che con l’Islam non ci sia nulla da fare, che invece una strada è possibile, necessaria e urgente”. E aggiunge: “Lontano dai riflettori del mondo, in piccoli angoli sconosciuti della terra ci sono i piccoli di Dio che testimoniano in modo vero e concreto che l’incontro tra diversi è ancora possibile e che la fratellanza universale non è più una chimera. Ancora l’Africa fa scuola al mondo...”. E cosi da questo paese africano ci arriva un Vangelo, una Buona Notizia che vale la pena di essere raccontata e annunciata a tutti: cristiani e musulmani si riconoscono fratelli e sorelle nella lotta quotidiana per una vita più giusta e più umana. 
 
Filippo Ivardi Ganapini (Filo), missionario comboniano, ha vissuto dal 2005 al 2007 tra Perù e Bolivia. Dal 2009 è in Ciad, prima a Moissala, alla frontiera con il Centrafrica e. dal 2013, nel nordest, ad Abéché, in zona a stragrande maggioranza musulmana. Accompagna le piccole comunità di base su un territorio sterminato che abbraccia sei regioni alle porte del deserto del Sahara. Studia l’arabo e il Corano e si occupa di dialogo interreligioso.
La buona afronovella – Edizioni IMPRIMENDA – Padova – Maggio 2015


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 03-GIU-15
 

reggioemilia - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed