Centro Missionario - Articoli sulle missioni
Benedetto sia Francesco!
in allegato l‘Omelia della Messa di inizio Pontificato



Benedetto sia Francesco, nuovo Vescovo di Roma!
Benedetto sia Francesco, per il nome che ha scelto e per la croce che porta!
Benedetto sia Francesco, per la benedizione che ha chiesto e per come l’ha accolta!..
 
Davvero, Papa Francesco ci ha sorpresi e commossi tutti: sconosciuto ai più, non allo Spirito, commosso nell’intimo, sconvolto forse, pressoché immobile, intento a calmare il cuore e a ordinare i pensieri. Poi, con voce pacata e suadente, con parole ispirate, umanissime, tra il saluto della buona sera, il grazie ripetuto e l’augurio della buona notte, ha spiegato con semplicità al mondo appeso al silenzio, la sua missione di Vescovo di Roma: un cammino di chiesa, nella fratellanza, nell’amore, nella fiducia e preghiera reciproca, insieme a tutti gli uomini e le donne  di buona volontà…
 
Benedetto sia lo Spirito Santo che, insieme ai Cardinali, con rapidità, ha sorpreso tutti, smentendo previsioni e timori, superando gli stessi scandali della Chiesa, senza farne dimenticare le reali ferite.
 
Papa Francesco ha destato subito simpatia e rispetto universali. Sarà sempre oggetto di onore e stima da parte di tante persone, piccole e grandi, vicine e lontane, ma non sarà immune da incomprensioni, critiche, accuse a volte impietose. “Gli alberi alti sono più esposti alle raffiche del vento” direbbero in Madagascar. Se le affronterà con dignità, senza pretese e senza paura, fortemente ancorato alla croce del Cristo, sarà come Lui innalzato e fecondo. Nel Vangelo delle Messe di questi giorni (Gv 5), il Signore Gesù invita a credere in Lui e a seguirlo, a non cercare gloria umana, ma solo quella che viene da Dio, nel compimento della sua volontà …
 
Preghiamo perché Papa Francesco, fondamento visibile dell’unità nella fede, conduca la Chiesa lontano dalla gloria e dal potere di questo mondo.
Preghiamo perché Papa Francesco, servo dei servi di Dio, nella povertà e con i poveri e i popoli impoveriti ed oppressi, guidi la Chiesa sui sentieri della giustizia e della fratellanza universale.
Preghiamo perché Papa Francesco, come il santo d’Assisi, ispiri con semplicità e coraggio stili e scelte di vita in armonia con le leggi di madre natura e con le voci dell’intera famiglia umana.
 
Don Emanuele Benatti


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 19-MAR-13
 

reggioemilia - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed