Home Diocesi Venerdì 17 Settembre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840  Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
 Centro Missionario Diocesano » Nuovi Stili di Vita » Il nuovo Tavolo di Coordinamento per la Cura del Creato 
Il nuovo Tavolo di Coordinamento per la Cura del Creato   versione testuale

Da mesi Papa Francesco richiama la nostra attenzione sulla custodia della madre terra, che ci è stata data in prestito dalle generazioni future e che è amata dal Signore e la crisi sociale ed ambientale in cui siamo immersi ci sollecita all'impegno per una nuova etica ed una spiritualità ecologica integrale.

In Diocesi di Reggio Emilia alcuni uffici pastorali, per la Pastorale sociale e del Lavoro, per l'Ecumenismo, insieme al Centro Missionario Diocesano, alla Caritas e ad altre realtà di ispirazione cristiana del nostro territorio (Rure, Parco, Collina, Ovile, Pro Natura, Granello...), hanno dato vita al Tavolo di Coordinamento per la Cura del Creato (TCCC).

L'Enciclica di Papa Francesco “Laudato sì” ispira e guida il Tavolo e ne descrive lo spirito d'interscambio delle iniziative che promuoverà. Informarsi, prendere coscienza, vigilare su “quello che sta accadendo nella nostra casa”, a livello globale e locale (cfr Enciclica di Papa Francesco, cap 1°), è l'obiettivo del TCCC; che si muove nella speranza che la luce e la sapienza ecologica dei testi biblici ed evangelici, nonché il pensiero e l'esempio di santi e mistici, di profeti e maestri nel cammino della chiesa, delle religioni e dell'umanità, possano aiutarci a vivere una nuova spiritualità, un nuovo stile di vita, personale e sociale, ed a cercare “alla radice” il senso delle cose e la finalità delle creature.

Il Tavolo interverrà sul nostro territorio curando gli aspetti educativi, le proposte e le scelte ecologiche, attraverso parole chiave come conversione, riconciliazione, alleanza, sobrietà, dignità, biodiversità, armonia, sacralità, beni comuni universali, pace, giustizia, bellezza ma anche denunciando atteggiamenti e pratiche di dominio predatorio, di sfruttamento privatistico, di inquinamento irresponsabile, di edilizia abusiva, di brigantaggio finanziario, di cultura dell'arroganza, dello spreco, dello scarto.

Visto il valore primario della qualità della vita, legata al nutrimento, il TCCC promuoverà e coordinerà iniziative e attività in difesa del mondo agricolo e della famiglia contadina.

Il compito del Tavolo di Coordinamento è enorme ma lavorerà in collaborazione con altre realtà del mondo ecclesiale, anche interdiocesano, e con altre organizzazioni legate alla cura del creato, anche trasversali. Questo nella certezza che la compresenza, la complementarietà e la corresponsabilità sono una fondamentale regola di vita e di crescita.

Infine, visti i rischi costanti di mercificazione della vita, il Coordinamento si propone uno stile di sobrietà e, per quanto possibile, di gratuità, evitando connivenze legate a logiche di mercato, di potere e di profitto.

A cura del Cmd






Condividi su: