Home Diocesi Sabato 16 Ottobre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840  Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
 Centro Missionario Diocesano » Posta dalle Missioni » Lettera da Gomsiqe 
Lettera da Gomsiqe   versione testuale
aggiornamenti da Don Stefano, Saul e Titti
Gomsiqe, 05 marzo 2013
 
Ciao a tutti.
Eccoci di nuovo qua! Come va? Come va in Italia?
Torniamo a scrivervi sul “nostro febbraio” poco dopo avervi mandato le nostre ultime notizie di gennaio, ma si sa febbraio è un mese corto… (in albanese infatti si chiama SHKURT!).
 
Il primo febbraio, per non perdere troppo l’abitudine, siamo andati all’aeroporto a “rispedire” i coniugi Ferretti e a “ritirare” il parroco don Stefano.
Il don è tornato carico di notizie dall’Italia e da Reggio, lo abbiamo assalito con la nostra fame di notizie tempestandolo di domande (la Titti in particolare).
Don Stefano è rientrato dall’Italia un po’ acciaccato, con una gran tosse (non osiamo pensare come abbia trascorso le serate durante la sua permanenza in Italia per tornare ridotto così…) e questo ha fatto sì che la nostra Quaresima sia cominciata standocene bellamente in casa invece che nelle parrocchie a celebrare la Messa con il rito delle Ceneri. Il dottore, infatti, ha obbligato il don a starsene in casa, al caldo per diversi giorni per evitare che la sua tosse peggiorasse ulteriormente.
 
Non preoccupatevi, abbiamo recuperato il lavoro lasciato indietro il sabato e la domenica successivi che ci hanno visto celebrare in totale 7 messe. Potete immaginare come eravamo messi domenica sera!
 
Un grande avvenimento di questo mese è stata la visita con le donne della Legione di Maria di Gomsiqe alla Casa della Carità a Laç. Lunedì 18 siamo partiti con le nostre macchine piene di donne alla volta della Casa. Per tutte era la prima volta. Ad aspettarci abbiamo trovato oltre agli Ospiti e alle suore anche la presidente della Legione di Maria di Laç, Pashka, che ha spiegato alle nostre donne come è il loro impegno alla Casa, cosa fanno, come si sono organizzate, cosa vuol dire per lei accostarsi agli Ospiti. Poi gli Ospiti si sono presentati e abbiamo fatto vedere come è fatta la Casa: la cappella, le camere, la cucina… Dopo aver bevuto un po’ di te e mangiato qualche biscotto abbiamo recitato insieme agli Ospiti il Rosario. Verso le 11 siamo ripartiti per tornare a Gomsiqe, ci è sembrato che il conoscere e vedere la Casa sia stato un bel momento per le nostre donne. Durante il ritorno più volte abbiamo ricordato loro che tutte le volte che passano da Laç possono fermarsi per un saluto, per una visita, per una preghiera alla Casa, come fosse la casa di un loro parente o amico. Speriamo di aver gettato un piccolo seme…
 
A fine mese Saul è rientrato in Italia per qualche giorno (ormai gli addetti dell’aeroporto ci vogliono assumere a tempo indeterminato vista la nostra assidua presenza), tra le altre cose anche per adempiere al suo compito di bravo cittadino e quindi recarsi alle urne.
Nel frattempo di qua dal mare Adriatico il don si è ammalato di nuovo e la ricaduta è stata peggiore… Ci siamo dovuti “arrangiare” un po’ a fare senza il don: catechismo, liturgie, incontri.
Abbiamo cercato di curarlo al meglio, ma per sicurezza ve lo abbiamo rispedito in Italia per alcuni controlli (con somma gioia di quelli dell’aeroporto, che per la quarta volta in un mese ci hanno visto varcare la soglia!). Se potete rispeditecelo al più presto e il più in forma possibile!
 
Per l’Italia poi questo mese è stato bello pieno, o no? Il governo da rifare, la campagna elettorale, il maltempo, il Papa che si dimette, il Festival di San Remo… (portate pazienza ma quando si è lontani ci si interessa proprio a tutto).
Per quanto riguarda le elezioni, noi di Gomsiqe dobbiamo ringraziare la Casa della Carità che ci ha tenuto costantemente informati sull’andamento del voto (un “Porta a Porta” tutto per noi). E forse, come anche voi, siamo un po’ preoccupati per come potrà sistemarsi adesso la situazione politica visto il disaccordo tra le parti.
Anche la notizia del Papa ci ha lasciato sorpresi. Ci ha fatto pregare per lui e per chi verrà al suo posto. Il 28 a Scutari si è svolta una mattina di ritiro-preghiera per accompagnare il Papa in questo momento. Nelle nostre parrocchie per tutto il mese abbiamo pregato per il Papa e per il suo successore, perché lo Spirito Santo illumini chi deve sceglierlo.
Su San Remo cosa dirvi?!?!? Sr Grazia ci ha informato della vittoria di Marco Mengoni, sottolineando il fatto che però a lei piacevano i Modà! Noi di canzoni non ne abbiamo sentita neanche una, quindi per i commenti rivolgetevi direttamente alla Casa che sicuramente sono più ferrati di noi sull’argomento.
 
Per ora è tutto.
Salutateci tutti quelli che conosciamo e alla prossima.
don Stefano (momentaneamente in Italia), Saul e Titti





Condividi su: