Home Diocesi Mercoledì 8 Dicembre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840  Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
 Centro Missionario Diocesano » Posta dalle Missioni » Una nuova comunità a Gomsiqe! 
Una nuova comunità a Gomsiqe!   versione testuale

Gomsiqe - 11/11/2012
 
Ciao a tutti,
vi scriviamo per raccontarvi questo mese di Ottobre appena passato.
Beh, di cose ne sono successe e di persone ne sono passate. Il 3 è arrivata la Titti, che si fermerà qua per un anno, accompagnata da don Emanuele e don Giancarlo che si sono fermati per pochi giorni. Quindi la comunità stabile di Gomsiqe è aumentata di un’unità.
 
Il 10 ottobre, anniversario della morte di don Mario Prandi, siamo andati a Laç alla Casa della Carità per cantare insieme il vespro e partecipare insieme alla Messa. Per rimanere in tema di CdC vi diciamo che il 15 ottobre (festa di tutte le CdC) è stata una giornata speciale anche per noi. Al mattino siamo stati alla Messa celebrata dal vescovo Luciano al Carmelo di Nënshat, dove una monaca ha fatto la prima professione. Ci siamo poi fermati al pranzo offerto per tutti i presenti. Nel pomeriggio ci siamo trovati tutti alla CdC e per non essere da meno anche noi siamo andati al Palazzetto…Infatti con i potenti mezzi che ci sono stati forniti siamo riusciti a vedere, insieme alle suore e agli Ospiti, la celebrazione in diretta su internet. Vi descriviamo brevemente la scena: un computer portatile appoggiato sul pavimento del corridoio della Casa (altrimenti saltava la connessione), circa 8 persone sedute, sdraiate, chinate che cercavano in qualche modo di vedere lo schermo del computer, ad ogni cambio immagine grida, dita puntate ad indicare qualche volto noto, alla vestizione della Stefania e ai voti perpetui delle altre due suore applausi e grida da stadio. Scene così non le puoi pagare neanche con Master Card!
 
A livello diocesano abbiamo partecipato il 19 ottobre all’apertura dell’anno della fede a Tirana: s. Messa concelebrata da tutti i vescovi albanesi e dal nunzio apostolico.
 
Come comunità di Gomsiqe abbiamo iniziato gli incontri di catechismo facendo un incontro alla settimana (il martedì) spostandoci nei vari villaggi. Siamo partiti con la lettura della parabola del buon pastore per poi parlare della Chiesa, dei sacramenti, della fede…. Abbiamo anche allestito un piccolo drama partendo dalla storia della pecorella smarrita che viene ritrovata dal buon pastore. È la storia di Bianchina che si allontana dal gregge perché si sente migliore delle altre pecore, ma poi si perde e ha paura, ma il pastore la va a cercare e la riporta a casa con relativo brontolare delle altre pecore dell’ovile.
 
Normalmente la giornata di mercoledì è dedicata alle visite ai malati, abbiamo ripreso anche queste andando dai malati di Karma e Vrrith.
Il 22 ottobre, dopo tanto aspettare, sono arrivati don Gabriele, Daniele (ex serviocivilista qua a Gomsiqe) che hanno accompagnato Saul che si fermerà qua per un anno. Sono arrivati in macchina (la piccola Panda gialla di don Gabriele) imbarcandosi a Bari, sono sbarcati a Durazzo e poi sono arrivati a Gomsiqe. Don Gabriele e Daniele si sono fermati 5 giorni. Abbiamo approfittato della presenza di don Gabriele per pensare un po’ i prossimi mesi che saranno mesi di cambiamenti importanti per la nostra comunità. Infatti a fine novembre rientrerà Maurizia e a fine dicembre rientreranno Enrico e Leo.
 
Abbiamo poi approfittato della presenza di tanti uomini per ridipingere lo studio di don Stefano (appena risistemato), che in parte sarà utilizzato anche come futura biblioteca per i ragazzi.
In questo mese ci sono stati alcuni giorni con pioggia forte e temporali, la strada per arrivare a casa nostra non ha ceduto. Durante questo brutto tempo siamo rimasti per 2 giorni senza luce, in questo modo i nuovi arrivati hanno provato da subito l’ebbrezza dello stare a lume di candela.
 
Una nota agro-alimentare: verso il 20 di ottobre abbiamo mangiato la cocomera del nostro orto cresciuta grazie al compost! Niente di esaltante, intendiamoci, ma sapeva di qualcosa; e poi chi è così fortunato da mangiare cocomeri a fine ottobre?!?!?!
Noi stiamo bene, i nuovi arrivati si stanno inserendo nella vita dei villaggi e di casa, chi è in partenza sta cominciando a salutare. La Dila vecchia sta bene, non sempre è fedele al pranzo e alla cena con noi ma ci vuole un gran bene e ha accolto bene anche i nuovi arrivati Saul e Titti. La Dila giovane ha passato qualche giorno un po’ più agitata del solito, diciamo che luna si è fatta sentire.
 
Insieme alle suore della CdC ci ritroviamo come italiani alla domenica sera alla Casa. Per ora abbiamo deciso di incontrarci ogni 15 giorni siccome noi siamo in fase di cambiamenti e loro come Casa stanno muovendo i primi passi.
 
Vi salutiamo tutti e ciascuno.
 
don Stefano, Maurizia, Enrico, Leo, Titti e Saul





Condividi su: