Home Diocesi Mercoledì 8 Dicembre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840  Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
 Centro Missionario Diocesano » Posta dalle Missioni » Grazie Signore perchè ci stupisci sempre! 
Grazie Signore perchè ci stupisci sempre!   versione testuale
Lettera da Suor Rita e Suor Grazia dall'Albania

Laç Vau-Dejes, 28 ottobre 2012
 
Deo Gratias!
 
Proviamo a raccontare a tutti e a ciascuno qualcosa che è successo in questo mese di Ottobre nella Casa della Carità in Albania.
 
Ci è stato proposto di accogliere Flora una ragazza di 20 anni malata di leucemia che abita in un villaggio della montagna. Il suo parroco, don Antonio Giovannini della diocesi di Milano, ci ha proposto un’accoglienza temporanea che in Italia si definirebbe “periodo di sollievo” per la famiglia e per l’infermiera (Flora fa 4 punture di morfina al giorno) e anche per far vivere un’esperienza un po’ speciale a Flora. È arrivata l’11 ottobre e ci ha messo subito alla prova: l’ostacolo maggiore è il non poterle spiegare la vita di Casa e il far parte di una famiglia un “po’ speciale” a causa della lingua e siamo ricorse all’aiuto di sr Tina, di Nikolin, di Nest e di chi conosceva l’italiano (don Simon era appena partito per l’Italia!).
 
Pensiamo che questa accoglienza, che si è conclusa il 25 ottobre, oltre a farci scontrare con i nostri limiti linguistici, ci abbia fatto riflettere sull’importanza di andare personalmente a conoscere l’Ospite e l’ambiente da cui proviene, anche se occorrono 4-5 ore di auto e l’accoglienza è breve.
 
Possiamo dire che Flora è tornata a casa “più bella”, con il desiderio di vita e speriamo con il desiderio di conoscere di più il Signore.
 
Un po’ di nostalgia per il 15 ottobre (soprattutto sr Rita), anche se eravamo consapevoli di essere lì anche noi grazie alla presenza di don Simon…ma ancora non sapevamo cosa il Signore stava preparando per noi.
 
La mattina del 15 tutta la famiglia (sr Grazia, sr Rita, Regina e Flora) ha partecipato alla S. Messa solenne al Carmelo di Nënshat presieduta dal vescovo Lucjan, durante la quale c’è stata la prima professione di Mt. Maria Judita. La celebrazione è stata vivace, calorosa e molto partecipata, peccato che sr Rita al momento più emotivamente forte abbia dovuto portare Regina in bagno. La festa è continuata nel piazzale della chiesa, pranzo per tutti: byrek, carne alla brace, verdura, frutta… e alla fine tutti nel parlatorio per il taglio della torta. Flora e Regina hanno vissuto un momento di gloria: servite personalmente dal Vescovo e coccolate dalle monache.
 
Poi nel pomeriggio la SORPRESA di poter vedere in diretta via internet la Festa delle Case insieme alla comunità di Gomsiqe e tutto si è concluso con una cena alla quale hanno partecipato il Vescovo, il medico di famiglia, alcuni sacerdoti, sr Tina, sr Denada e sr Drane.
GRAZIE SIGNORE PERCHÉ CI STUPISCI SEMPRE!
 
Ed ecco arrivare il 22 ottobre, giorno che insieme a don Simon si era stabilito per l’arrivo di Pietro, ragazzo di 11 anni della parrocchia di Puka, che si trova nella nostra diocesi, e che abitava presso le suore di Madre Teresa.
 
Pietro è spastico, in carrozzina, non parla ma capisce tutto e soprattutto ha due occhi bellissimi e un sorriso splendido che raccontano il suo pensiero e i suoi desideri. Già anche lui, come Regina e le signore che vengono in Casa, si diverte molto quando “balbettiamo” in albanese.
L’arrivo di Pietro ha fatto sì che alcune signore e alcuni ragazzi e ragazze si prendessero cura più direttamente dell’Ospite.
 
Ringraziamo per il passaggio di don Emanuele e di don Gabriele e per la loro disponibilità nel tenerci un mini-ritiro e nel celebrare l’Eucarestia.
Domenica 21 ottobre, con la comunità di Gomsiqe, abbiamo passato il pomeriggio a Skutari: pellegrinaggio al Santuario della Madonna del Buon Consiglio, patrona dell’Albania e “seduta” nella nuova gelateria italiana (guarda caso aperta il 6 settembre!).
 
Abbiamo concluso la giornata con il nostro incontro di equipe (vespro, condivisione, cena) in cui si è deciso, dato che noi come Casa stiamo muovendo i primi passi e loro come comunità in questo periodo vivranno dei cambiamenti, di incontrarci ogni 15 giorni e di provare a scrivere mensilmente un resoconto di ciò che stiamo vivendo.
 
 
Buona festa dei Santi
CdC Laç Vau-Deies







Condividi su: