Home Diocesi Mercoledì 8 Dicembre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840 Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
 Centro Missionario Diocesano » Articoli sulle missioni » Mandati Missionari 
Mandati Missionari   versione testuale

Sabato 26 maggio il vescovo S.E. Mons. Adriano Caprioli ha consegnato quattro mandati missionari, tre per l'Albania e uno per il Madagascar.
Scopriamo qualcosa in più dei partenti:
 
Suor Maria Grazia Lodi:
Viene dalla parrocchia Santa Maria Assunta di Fabbrico, dove nel 1968 ha ricevuto il primo mandato per andare a Fontanaluccia ed entrare nella Congregazione delle Carmelitane Minori della Carità. Ha fatto i primi voti il 1° ottobre del 1970. E’ stata in varie Case della Carità e si trovava in quella di Roma alla Magliana quando è stata chiamata per essere missionaria in Albania.
 
Suor Rita Ferrari:
Viene dalla parrocchia di San Martino di Meletole. Ha fatto i primi voti il 15 ottobre 1992 e nel 1998 i voti perpetui. E’ passata in varie Case della Carità  e il Signore l’ha chiamata per la missione in Albania quando si incontrava nella Casa di Corticella, nell’Arcidiocesi di Bologna.
 
Sr. Grazia e sr. Rita vanno missionarie in Albania per rispondere alla richiesta del vescovo Lucian di Sapa di avere vicino alla cattedrale intitolata a Madre Teresa di Calcutta, anche la Casa della Carità, sarà la prima dell’Albania e verrà inaugurata il 6 settembre prossimo.
 
Caterina Bondavalli:
E’ cresciuta nella Comunità parrocchiale di Cadelbosco Sopra, impegnata all’oratorio e ora fa parte anche del Consiglio Pastorale Parrocchiale. Da diversi anni ha incontrato la famiglia delle Case della Carità e in particolare frequenta la casa di Fosdondo. Diplomata geometra, oggi lavora presso uno studio tecnico di grafica, “il granello” sempre a Fosdondo, dal quale ha avuto l’aspettativa per un anno. Caterina non pensava alla possibilità della missione, ma le è stata fatta una richiesta esplicita di disponibilità per l’Albania. “Sul momento non potevo partire – commenta Caterina – però questa domanda  mi è rimasta ‘dentro’, ha continuato a ‘lavorare’, fino ad accogliere questa proposta, un desiderio maturato e divenuto risposta grazie all’aiuto di alcune persone e al cammino di formazione missionaria di Villa Borettini. Dopo una breve visita alla missione in Albania, tra Natale e l’Epifania, ho deciso di confermare la mia disponibilità per un anno”. Caterina andrà nella missione a Gomsiqe unendosi all’equipe guidata da d. Stefano Torelli partito nell’ottobre scorso. Alla domanda perché vai…? Caterina ha risposto: “Vorrei saper portare la buona notizia del Vangelo cercando di viverla in prima persona, testimoniando quanto vivere il Vangelo voglia dire condividere gioie e fatiche, camminare insieme e accorgersi di chi più sta tribolando”.
 
Don Giovanni Davoli:
Quest’anno festeggerà il suo 55° compleanno in Madagascar, appena 4 giorni dopo il suo arrivo previsto per il 21 agosto. Originario della parrocchia di Olmo, prete dall’1983, ha servito la comunità di Cella, poi dal 1987 la parrocchia San Gregorio Magno alla Magliana – Roma fino a quando nel 2007 questa missione reggiana in Italia è stata riconsegnata alla diocesi di Roma. Dal 2007 ad oggi parroco a Brescello e Lentigione.
Alla domanda: perché parti? Don Giovanni ha risposto:
“Rendo grazie al Signore per il dono di fare parte della Chiesa in Reggio E. Guastalla.
Chiesa che con il Vescovo Gilberto Baroni ha fatto la scelta della Missio ad gentes.
Circa due anni fa, per favorire una continuità di presenza della nostra chiesa in terra di Missione, ho dato al vescovo Adriano una esplicita disponibilità per la Missione.
Ringrazio il Signore perché il Vescovo Adriano mi ha dato fiducia con il mandato missionario per il Madagascar.
 









Condividi su: