Home Diocesi Giovedì 28 Ottobre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840 Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
Brasile   versione testuale





JANDIRA - SOSTEGNO A DISTANZA

A Jandira (S. Paolo) don Giancarlo Pacchin, insieme al gruppo dei collaboratori, continua a prendersi cura di numerosi bambini e ragazzi che, altrimenti, passerebbero il loro tempo sulla strada. L’accoglienza quotidiana permette una sicura educazione umana e scolastica grazie al sostegno a distanza. La Caritas San Francesco, accoglie più di 500 bambini negli asili.
Il sostegno è di 25,00 Euro al mese.
 

JANDIRA - COMUNITÀ URBANA II

Alla periferia di Jandira, sorge la “Comuna Urbana dom Helder Câmara” dove 128 famiglie vivono nelle nuove abitazioni funzionali e accoglienti. Negli ultimi mesi oltre 300 famiglie si sono accampate in un terreno incolto che sorge alla periferia della città. Queste famiglie non hanno una dimora e talvolta nemmeno un lavoro fisso. Qualcuno di loro vive di espedienti e lavori saltuari. Hanno bisogno di tutto, in quanto si tratta per lo più di genitori giovani con figli piccoli. Questo nuovo insediamento prende il nome di "Comuna Urbana II”.
Il contributo è libero.
 

GUARHULOS

Il Centro Brasil Vivo è un’opera realizzata da don Pietro Cecchelani per accogliere i bambini del quartiere. Si trova alla periferia di S. Paolo, nel quartiere di Guarhulos, ed accoglie oltre 900 bambini che frequentano la scuola materna e la scuola elementare. Sono stati realizzati diversi laboratori, tra cui quello di informatica.
Il contributo è libero.
 

RUY BARBOSA

L’associazione Arcoiris, il cui referente è Firmino Pessina, offre a donne senza lavoro o altra fonte di reddito, la possibilità di prestare servizio come ausiliarie presso centri di accoglienza e scuole. Il servizio è una forma di apprendistato al lavoro domestico in strutture con finalità sociale. Ricevono un buono per l’acquisto di alimenti di prima necessità, equivalente alle ore di servizio prestate.
Un'altra attività seguita da Arcoiris è il “Lar de Maria” (focolare di Maria), una casa di accoglienza temporanea per bambini in situazioni famigliari difficili, inviati dalle istituzioni pubbliche.
Il contributo è libero.
 

IPIRÀ

Il progetto “Dançar à vida” è rivolto ai bambini e agli adolescenti in situazione di rischio; accoglie 160 ragazzi dagli 8 ai 15 anni. Condizione per partecipare al progetto è frequentare la scuola. Il contributo oltre al sostegno scolastico copre le attività dei labratori: canto, musica, danza popolare, letture, laboratori di piccolo artigianato, conoscenza della cultura brasiliana, ecologia, conoscenza di sé e autostima, corsi di computer, apprendimento di piccole tecniche agricole, orto.
Volontari esterni affiancano gli educatori nella realizzazione di alcuni laboratori.
Il contributo è libero.
 

UTINGA

“Não sei mas quero” Non so ma desidero (sapere), è un progetto per giovani e adolescenti che offre opportunità di vivere insieme in amicizia e apprendere alcune attività professionali, attraverso specifici laboratori di falegnameria, riciclaggio e serigrafia.
Non mancano attività sportive, teatrali, di doposcuola e catechismo che facilitano l’aggregazione dei ragazzi. Grazie ai contributi ricevuti, è attivo il laboratorio di taglio e cucito cui partecipano le mamme dei bambini.
Il referente del progetto è Enzo Bertani.
Il contributo è libero.