Giovedì 23 Settembre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
 Studio Teologico Interdiocesano » Anno Accademico » Piano di studi » Secondo anno » Teologia fondamentale: Rivelazione e Fede 
Teologia fondamentale: Rivelazione e Fede   versione testuale





Prof. G. PANARI - 3 ore, I e II semestre (2 esami)
 
Introduzione. Il dato biblico e dogmatico. Connessioni con il dato antropologico. Problematizzazioni.
1. STORIA:
Le domande: Illuminismo e Modernismo.
Risposte: a. Apologetica (e Teologia fondamentale); b. Semirazionalismo, tradizionalismo e fideismo; c. Blondel; d. Antimodernismo.
2. PUNTI FERMI: Concilio Vaticano I e II. Acquisizioni irrinunciabili: Rivelazione e Fede come concetti fondamentali del cattolicesimo.
3. CONTRIBUTI TEOLOGICI: a. Tre modelli concettuali di Rivelazione. b. Contributi teologici alla Teologia della Rivelazione come autocomunicazione. c. L'atto di fede, il dinamismo della fede, il vincolo sostanziale di rivelazione e fede.
 
Testo: Sussidi dell’Insegnante.
Letture: R. LATOURELLE, Teologia della Rivelazione, Assisi, Cittadella, 1967 e ss.;
J. SCHMITZ, La rivelazione, Brescia, Queriniana, 1971.J. TRÜTSCH, «Intelligenza teologica della fede», in Mysterium salutis, vol. 2, pp. 417-504. F. ARDUSSO, Imparare a credere, ed. S. Paolo, 1992; B. WELTE, Che cos’è credere, ed. Morcelliana, 1983; H. U. V. BALTHASAR, Gloria, ed. Jaca Book, vol. I, pp. 113-392.